Firewall Palo Alto per Melchioni. Un nuovo caso di successo.
16/11/2020

Nuovi progetti atti a migliorare le prestazioni e la sicurezza informatica in Melchioni

La situazione di pandemia che stiamo vivendo ha determinato un importante cambiamento nel modo di lavorare a livello mondiale. La necessità di introdurre lo smart working come principale modalità lavorativa, ha introdotto conseguenti cambiamenti strutturali e strumentali nelle aziende. Non esiste più la scrivania nell’ufficio con il telefono, il PC fisso, ecc., tutto deve essere mobile; l’ufficio, la scrivania, il telefono sono condensati in un notebook e in uno smartphone. Le aziende hanno dovuto immediatamente affrontare anche le problematiche relative alla sicurezza delle comunicazioni e dei dati e i provider di traffico Internet hanno dovuto gestire un aumento del traffico Internet stimato intorno 40%, geograficamente e temporalmente fuori dai precedenti schemi.

Melchioni, fin da subito è stata pronta a gestire efficacemente il cambiamento e ad attivare lo smart working per tutti i dipendenti in tempi brevissimi, permettendo ad ognuno di svolgere il proprio lavoro da casa. Parallelamente a questo la divisione IT ha concluso una serie di progetti atti a migliorare le prestazioni e la sicurezza informatica in vista anche di un importante change dell’ERP che avverrà a partire dal prossimo anno.

Il team IT Melchioni, nella figura di Corrado Malgioglio, IT Manager, per la parte di analisi e progettazione e Stefano Fedele, System and Network Administrator, per la parte di progettazione e installazione ha realizzato il progetto di installazione di due nuovi Firewall Palo Alto (leader mondiale di mercato) per aumentare la sicurezza e l’affidabilità delle comunicazioni di tutta l’infrastruttura Melchioni.

Il team IT si è avvalso della collaborazione di DI.GI. International S.p.A., da anni partner di Melchioni nella realizzazione di progetti tecnologicamente avanzati, per l’analisi di tutte le specifiche del progetto di installazione dei due nuovi firewall, identificando in Palo Alto la migliore soluzione presente sul mercato.

La scelta ha dovuto tener presente la complessità delle comunicazioni Melchioni, l’importante numero dei VPN utenti, i collegamenti tra le varie sedi, l’analisi del traffico, le regole attualmente in essere sui firewall, ecc., 

Questa sinergia, unita ad un’attenta progettazione e validazione iniziale, ha prodotto un caso di successo, dato fin da subito dall’assenza di disservizi alla Melchioni.